venerdì 19 ottobre 2012

Recensione - Wiccan in love

Titolo: Wiccan in love
Autore: Diego Galdino e Nicole Mijoren
Genere: narrativa italiana
Editore: Edilet
Pagine: 159 pp.
Anno di Pubblicazione: 2011
Costo di copertina: 12,00 euro

"Abigail è una strega ed è stata assoldata da un broker che vuole impedire al proprio padre di diventare l'uomo più potente del mondo. C'è una sola cosa che potrebbe fermare Abigail... l'amore". 
Che cosa può avere in comune uno scrittore di romanzi d'amore come Diego Galdino con Nicole Mijoren, una sacerdotessa della Wicca, la cosiddetta religione delle streghe? Qual è il confine tra la scrittura e la magia? Quale tra salvezza e perdizione? Tra dono e punizione? Quando l'amore guida le nostre azioni? Scopritelo tra le righe di questo romanzo magico, pieno di mistero e di poesia, capace di commuovervi e di catturarvi come un incantesimo.



Ho vinto questo libro alcuni mesi fa ma solo recentemente ho avuto modo di leggerlo. Avrei voluto leggerlo subito ma, per un motivo o per un altro, non l'ho mai fatto. Qualcuno m'ha detto che "c'è il tempo giusto per ogni libro" e, confesso, credo sia proprio vero ^^. Questo libricino di poco meno di duecento pagine mi ha colpita davvero molto. Non pensavo che mi sarebbe piaciuto così tanto.

Abigail è una giovane wiccan che, per far fronte ai debiti lasciati dal padre, decide di venire meno ad una delle morali più importanti della propria religione: svendersi compiendo incantesimi, rituali e filtri, a pagamento. E' uno dei suoi clienti, infatti, a raccomandarla a Marcus Sinclair, un broker che vuole impedire al padre di diventare il prossimo Presidente degli Stati Uniti. L'accordo prevede che Abigail passi una settimana con la famiglia Sinclair nei panni della fidanzata di Marcus e, durante il lasso di tempo, rifili all'ignaro malcapitato un filtro che lo metta fisicamente ko per un po'.

Abigail è uno di quei personaggi che, bene o male, piace al lettore perché è una persona vicinissima alla realtà che deve far fronte a difficoltà che non dipendono da lei. Nonostante sia determinata, è anche una donna fragile e conscia di star sbagliando. Marcus, invece, mi è risultato antipatico e viscido fin da subito: è convinto di poter trattare come vuole Abigail solo perché la paga. Meno male che ci sono altri personaggi, positivi o meno, veramente ben caratterizzati.

Ho apprezzato che il tema centrale del romanzo non fosse la storia d'amore bensì lo stile di vita intrapreso da questa giovane dopo la morte del padre. Infatti, si può notare facilmente l'evoluzione del personaggio di Abigail che "ritorna", alla fine, ad essere ciò che era in principio.

Lo stile è scorrevole, veloce e mai noioso. La semplicità con cui è descritta ogni scena lo rende davvero piacevole e per niente pesante. Inoltre, all'interno ritroviamo tematiche molto attuali come l'omosessualità (o meglio, in che modo ogni membro della famiglia affronta l'idea di un figlio gay), il rapporto genitori-figli e come certe persone preferiscano apparire perfette agli occhi degli altri. Concludo consigliandovi questa piacevole lettura che, sono sicura, vi catturerà fin dalle prime pagine.

Consigliato: si
Tempo di lettura: 2 giorni
Canzone consigliata: "Take on me" degli A-Ha


2 commenti:

  1. Ciao cara!
    Ieri non ti ho vista e quindi, ti ricordo qui i giochini ^^
    Ti allego i giochi di ieri e quello di oggi, ricordandoti che domani ci sarà l'ultimo. Lunedì poi avverrà l'estrazione

    http://emozioni-ben.blogspot.it/2012/10/giocopost.html?spref=fb

    http://emozioni-ben.blogspot.it/2012/10/giocopost-2.html?spref=fb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tesoro, effettivamente me n'ero scordata XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...