giovedì 1 novembre 2012

Recensione - The Familiars

Titolo: The Familiars. La strana storia della rana pasticciona, della ghiandaia blu e del gatto che salvò il mondo dei maghi
Autore: A.J. Epstein e A. Jacobson
Editore: Newton Compton Editori
Genere: fantasy, ragazzi
Pagine: 247 pp.
Anno di Pubblicazione: settembre 2012
Costo di copertina: 5,90 euro
Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata. Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici usati come aiutanti da maghi e streghe. Ma provenendo dalla strada, Aldwyn non è in alcun modo addestrato alla magia. Eppure, tra tanti altri animali, è proprio lui a venire scelto dal maghetto Jack che lo porta alla scuola di stregoneria che frequenta, nella terra di Vastia. Qui il micio farà gruppo con altri due famigli: un rospo verde, Gilbert, e una civetta azzurra, Skylar. Il loro compito sarà quello di salvare i rispettivi padroncini, rapiti dalla crudele regina Loranella, convinta che i tre maghetti possano far avverare una profezia che porrebbe fine al suo potere. Sulla strada verso la reggia i tre amici affronteranno mille pericoli, ma sapranno sempre fronteggiarli con la magia o con l'astuzia.



"La magia non è più solo per i maghi"


Ho acquistato questo romanzo per pura curiosità nei confronti di una storia i cui eroi sono, diversamente dal solito, degli animali. Avevo avuto modo di leggere anche alcune recensione che indicavano questa saga (eh sì, questo è il primo capitolo delle avventure di Aldwyn e co.) adatta per chi ha amato Harry Potter. Beh, direi che è abbastanza vero.

La storia parla di Aldwyn, un gatto di strada che, fuggendo ad un cacciatore di taglie, si rifugia in un negozio specializzato nella vendita di Famigli. Cosa sono i Famigli? Semplice. Sono gli animali che affiancano maghi e streghe nella vita e nelle loro operazioni magiche. Il fato vuole che il gatto venga scelto da Jack, un giovane apprendista mago di undici anni. Tra i due si crea subito un legame speciale del tutto nuovo ad Aldwyn, abituato a non fidarsi e contare sull'aiuto di nessuno. Giunti alla dimora in cui abita il ragazzino assieme alla sorella Marianne, Dalton e al loro mentore Kalstaff, fa la conoscenza degli altri due compagni animali: Skylar, una ghiandaia, e Gilbert, una rana. Il gatto si ritrova, se vuole rimanere al sicuro, nella spinosa situazione di doversi fingere un Famiglio con le carte in regola. Non passano che pochissimi giorni che il coraggio e l'audacia dei tre Famigli viene messo alla prova: dovranno salvare i loro Leali dalla brutta sorte che li attende.

Il secondo capitolo della saga
Il lettore non può far a meno di notare quanto il romanzo rispecchia la prima avventura del maghetto inglese famoso in tutto il mondo, Harry Potter. Proprio come Harry, anche Aldwyn non conosce le sue origini e si sente un pesce fuor d'acqua riguardo a tutto ciò che riguarda la magia e il ruolo dei Famigli. Nonostante questo, la sua capacità di arrangiarsi lo tirerà fuori dai guai più di una volta. Parliamo di Skylar e Gilbert, gli altri due Famigli che incontriamo nella storia? Cosa posso dire oltre al fatto che rassomigliano molto Hermione e Ron? Beh, sono due personaggi interessanti. Skylar col mistero che avvolge lo strano braccialetto che porta alla zampa (ammetto che qui ho pensato al film "Ladyhawke") e Gilbert con la sua numerosa famiglia. Tuttavia, seppure piacevole alla lettura, è proprio questa somiglianza alla saga potteriana a far scendere di una stellina il voto finale.

Lo stile narrativo è semplice ed immediato, proprio come l'ambientazione creata che piano, piano, viene svelata al lettore. Mi è piaciuto molto leggere una storia i cui protagonisti principali sono degli animali. Li ho trovati davvero ben caratterizzati e molto convincenti. Un primo romanzo davvero piacevole che ti prende fin dalle prime pagine. Una saga per ragazzini ma che, sono sicura (beh io ne sono l'esempio ^^), piacerà molto anche ai più grandicelli cresciuti con Harry Potter. Non mi resta che consigliarvelo e attendere il capitolo successivo, la cui uscita è prevista per questo mese.


Consigliato: si, a tutti coloro che hanno nostalgia della saga di Harry Potter
Tempo di lettura: 4 giorni
Canzone consigliata: "Hedwig's Theme" dalla soundtrack di Harry Potter

4 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto questo libro, è stato davvero carino!
    E, come te, non vedo l'ora di leggere il secondo! ;)
    Comunque sì, purtroppo.. la somiglianza con Harry Potter c'è e un pochino mi dà fastidio, però è bello che per una volta si dia un po' più di importana ai famigli che non ai maghi!

    Sono anche curiosa di vedere la riproduzione cinematografica *____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, sto' aspettando un trailer... vedremo ^^

      Elimina
  2. Oh che bello leggere una recensione di The Familiars :) Ho visto che deve uscire il secondo capitolo e volevo leggere una recensione del primo. La tua capita a proposito :) Penso che lo prenderò! Grazie del consiglio e della bella recensione! :)

    RispondiElimina
  3. voglio leggere questo libro!!! =D=D=D

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...